Confronto tra cloud privato e cloud pubblico nel data center

Aggiornare il data center o passare a un cloud privato? Esplora le principali differenze, i vantaggi e gli scenari d'uso di ciascun tipo di ambiente cloud per determinare quale sia la scelta migliore per la tua azienda. Per uno sguardo più approfondito ai vantaggi aziendali, economici e tecnici, scarica il white paper.

Argomenti

  • Introduzione

    Quando il cloud computing ha iniziato ad affermarsi diversi anni fa, l'attenzione al cloud privato ha subito una flessione in favore del cloud pubblico, soprattutto a causa della popolarità dei prodotti offerti da leader del settore come Google e Amazon. Quando i reparti IT hanno iniziato la transizione verso il cloud pubblico, i suoi numerosi vantaggi sono stati presto oscurati dalle preoccupazioni per le garanzie sui tempi di attività, il controllo generale e le minacce alla sicurezza. Un ambiente cloud privato sostanzialmente riduce, se non elimina, queste preoccupazioni con un'infrastruttura dedicata a singolo tenant.

    Tuttavia, decidere di passare al cloud privato può risultare tutt'altro che semplice. I timori per i vincoli tecnologici della rete interna, i possibili tempi di inattività transitori, la continuità dei servizi aziendali, i costi associati, la perdita di dati e probabilmente i requisiti normativi, possono spingere molte aziende a ritardare la transizione.

    Fortunatamente, NVIDIA rende l'intero processo fluido, indolore e privo di stress. Le sezioni seguenti offrono una valutazione per stabilire quale ambiente cloud sia più adatto all'azienda, quando avviare la transizione al cloud privato e come NVIDIA può supportare l'intero processo.

  • Cloud privati e cloud pubblici

    Le aziende oggi richiedono una rete IT web-scale con particolare attenzione a una maggiore agilità e alla riduzione dei costi associati. La necessità di rivalutare e riorganizzare continuamente un'architettura unica per adattarsi a obiettivi aziendali nuovi o mutevoli è spesso un compito arduo. La gestione di decine o forse anche migliaia di applicazioni diverse, ognuna scritta da persone diverse in momenti diversi e in linguaggi diverse, richiede pianificazione e supervisione dettagliate. 

    Alcune applicazioni devono essere prontamente disponibili all'uso da parte dei clienti aziendali, dei fornitori di SaaS, dei subappaltatori o dei partner. Altre sono progettate per essere utilizzate solo da personale interno. In definitiva, l'azienda deve determinare quale soluzione di cloud computing si adatti meglio a ciascuna applicazione: cloud privato, pubblico o ibrido.

    CLOUD PUBBLICO

    Un cloud pubblico è un data center ospitato e gestito da un provider esterno, ad esempio Amazon AWS o Microsoft Azure. Il provider esterno essenzialmente "possiede" l'infrastruttura cloud e ne "affitta" una parte agli inquilini che pagano un canone mensile. Il passaggio dai server interni a un cloud pubblico ha la sua quota di vantaggi interessanti, tra cui funzioni di scalabilità migliorate, maggiore affidabilità e funzionalità di automazione delle reti cloud pubbliche.

    Un provider di servizi cloud gestiti permette inoltre di risparmiare tempo e denaro poiché l'azienda non dovrà occuparsi della manutenzione, dei problemi di bilanciamento del carico, dei server web, dei server applicazioni e degli script di failover personalizzati. Per alcune aziende, questo scenario potrebbe risultare estremamente interessante. Altre invece potrebbero voler avere un maggiore controllo sulla loro rete di cloud computing, almeno per quanto riguarda alcune applicazioni più complesse.

    CLOUD PRIVATO

    Sebbene i cloud pubblici abbiano molti vantaggi, la maggior parte delle aziende raramente sceglie di distribuire il 100% delle proprie applicazioni in un ambiente pubblico. In effetti, per le aziende che si affidano ancora un'infrastruttura locale e stanno valutando il passaggio una soluzione cloud privata piuttosto che pubblica, la transizione è spesso considerata una scelta molto più semplice dal punto di vista logistico.

    I cloud privati possono essere configurati per supportare qualsiasi applicazione, proprio come con l'architettura locale tradizionale. Sono anche la scelta preferita per le aziende che dipendono da determinate applicazioni legacy, molte delle quali comportano problemi di prestazioni scadenti se distribuite tramite una soluzione di cloud pubblico più convenzionale. I cloud privati sono inoltre opzioni interessanti per le applicazioni scritte male o utilizzate raramente che potrebbero non valere i costi e gli sforzi aggiuntivi di riscrittura e migrazione in un cloud pubblico.

    Infine, i cloud privati sono un modo semplice e sicuro per testare e sviluppare nuove applicazioni di qualsiasi livello di complessità. NVIDIA offre un appliance virtuale supportato dalla community denominato NVIDIA® Cumulus VX, che consente agli amministratori e agli ingegneri IT di visualizzare in anteprima e testare nuove applicazioni e l'infrastruttura del data center in modo efficiente, sicuro e a costi aggiuntivi pari a zero. 

    La conformità alle normative è spesso un altro ostacolo alla scelta di un cloud pubblico. Ad esempio, se l'azienda sta attualmente utilizzando Oracle RAC in combinazione con un'architettura dedicata per la conformità, un comune cloud pubblico equivalente sarebbe Amazon Relational Database Service (Amazon RDS), che non è conforme allo standard HIPAA.

    CLOUD IBRIDO

    Una soluzione cloud ibrida è costituita da una combinazione di cloud pubblici e privati, spesso da più provider. Distribuendo le applicazioni aziendali su un cloud ibrido, i reparti IT possono scegliere da quali ambienti erogare le distribuzioni più efficienti possibili per le singole applicazioni.

    Il rovescio della medaglia di questa soluzione molto utilizzata è che le diverse piattaforme di sicurezza richiedono competenze di gestione IT più ampie per garantire che tutti gli aspetti dell'attività siano messi in corretta correlazione tra loro in ogni momento. Tuttavia, un cloud ibrido funziona bene per le aziende che offrono servizi su misura per diversi mercati verticali. Ad esempio, un'azienda può utilizzare un cloud pubblico per interagire con i clienti mantenendo i dati correlati archiviati in modo sicuro in un cloud privato.

    Download the whitepaper to learn more

    Fill out the form below to download the analyst-researched paper, “Private vs. Public Cloud” to learn more about choosing the environment that is right for you.

    Send me the latest enterprise news, announcements, and more from NVIDIA. I can unsubscribe at any time.
  • Progettazione della rete cloud privata

    Per le aziende alla ricerca di una soluzione di rete web-scale con maggiore agilità, scalabilità ed efficienza in termini di costi, la soluzione del cloud privato offre una serie di vantaggi interessanti. Poiché un cloud privato è facilmente configurabile in base ai requisiti precisi dell'azienda e alle esigenze di distribuzione di qualsiasi applicazione, molti reparti IT scelgono di rinunciare completamente all'opzione del cloud pubblico.

    Convenienza ed efficienza

    L'architettura cloud privata offre funzionalità di rete web-scale con scalabilità e agilità migliorate a un TCO significativamente inferiore. Sulla base della nostra ricerca, i nostri clienti hanno abbassato il loro TCO fino al 60% utilizzando i principi del web-scale per costruire un cloud privato. Al contrario, con un ambiente cloud pubblico, l'azienda dovrebbe semplicemente "fittare" lo spazio di storage del cloud pubblico, limitando la possibilità di ottimizzare risorse, processi e scalabilità.

    MAGGIORE SICUREZZA

    Poiché i cloud privati sono una soluzione a singolo tenant, è possibile progettate le funzionalità specifiche di hardware, data center e rete con i massimi livelli di sicurezza. Il rischio che un'altra azienda acceda accidentalmente al tuo data center viene eliminato completamente. I server possono essere situati entro i confini della rete aziendale e gestiti dal personale IT interno. Sebbene i cloud pubblici forniscono un elevato livello di sicurezza, la tranquillità di una soluzione cloud privata non ha eguali.

    AGILITÀ E CONTINUITÀ DELL'IT WEB-SCALE

    Di norma, le aziende distribuiscono soluzioni cloud private all'interno del firewall della intranet correlata, il che garantisce efficienza e prestazioni ottimali. Anche le migliori applicazioni raramente funzionano in modo fluido o efficiente come quando vengono distribuite da un ambiente cloud privato. Ma, cosa accadrebbe alle operazioni aziendali se il provider del cloud pubblico gestito dovesse fallire?

    Con un ambiente cloud privato, le aziende non devono mai più preoccuparsi di dover migrare tutti i dati e le applicazioni in un'altra soluzione cloud.

    OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE

    Quando le aziende scelgono un fornitore "bloccato" come AWS o Azure, devono assicurarsi che ogni applicazione utilizzata si colleghi a una funzionalità proprietaria nel cloud pubblico e che ogni soggetto coinvolto sia formato per utilizzare quel tipo di programma. Con un sistema operativo Linux completamente aperto, l'intero stack parla la stessa lingua. Le persone già formate su Linux possono rapidamente utilizzare la soluzione oppure è possibile formare altri operatori su Linux, sapendo che non saranno necessarie ulteriori certificazioni.

    MAGGIORE CONTROLLO

    Poiché l'hardware per un cloud privato si trova in locale o in una struttura di colocazione di terze parti, le aziende godono di un maggiore controllo sull'archiviazione dei dati e sulla gestione delle applicazioni. Il reparto IT mantiene la supervisione completa dell'intero sistema. Il personale può intervenire immediatamente in caso di modifiche. L'IT può anche monitorare attentamente la distribuzione delle applicazioni utilizzando analisi avanzate per evitare interruzioni o colli di bottiglia.

    PERSONALIZZAZIONE

    Ogni azienda è soggetta a una combinazione diversa di requisiti tecnici e obiettivi aziendali in base alle dimensioni, al settore e ai servizi offerti. Uno dei vantaggi più interessanti di una soluzione cloud privata è che le aziende possono modificare rapidamente l'infrastruttura esistente per adattarsi alle esigenze in continua evoluzione. Il cloud privato è inoltre la scelta preferita delle aziende che dipendono da determinate applicazioni legacy, scritte male o utilizzate raramente con requisiti di larghezza di banda specifici o altalenanti.

    PROBLEMI DI CONFORMITÀ

    Non esiste una soluzione unica per tutti quando si tratta di cloud storage. A seconda del settore, possono essere coinvolte alcune politiche normative federali, statali o locali. Inoltre, la prova della conformità è di solito una preoccupazione costante e cruciale. E in situazioni che coinvolgono pratiche commerciali internazionali e sovranità dei dati, il data center che ospita un servizio cloud pubblico deve trovarsi all'interno dello stesso paese. Per i problemi di conformità di ogni tipo, una soluzione cloud privata è spesso l'opzione migliore disponibile.

    SCALABILITÀ E ADATTABILITÀ ILLIMITATE

    Che tu ci creda o meno, esistono sono ancora aree del mondo senza accesso al cloud pubblico. Inoltre, se un'azienda ha più uffici situati in varie località e in cui vengono impiegati sistemi operativi diversi, i problemi di conformità probabilmente varieranno considerevolmente a seconda della località. Per queste imprese, una soluzione cloud privata potrebbe essere l'unica opzione praticabile. NVIDIA offre NVIDIA Cumulus Linux, SONiC e NVIDIA Mellanox Onyx® per creare, automatizzare e personalizzare il cloud privato, replicando gli stessi principi web-scale dei data center più grandi e sofisticati del mondo.

     

  • Passaggio a un cloud privato nel data center

    La paura del cambiamento spesso impedisce o ritarda il passaggio al cloud privato. Ecco quattro segnali che potrebbero indicare che è arrivato il momento giusto.

    1. Serve qualcuno su cui poter contare oltre al numero di telefono del provider cloud.

      I dipendenti, i clienti e i fornitori hanno bisogno di accedere alla rete da qualsiasi dispositivo e in qualsiasi momento della giornata. Devono anche essere in grado di accedere al data center da una caffetteria del quartiere la domenica pomeriggio o da un hotel dall'altra parte del mondo. Se gli utenti hanno problemi di accesso alle applicazioni o ai servizi o se l'azienda richiede un time-to-market coerente ed efficiente per le nuove applicazioni, dipendere da un ambiente cloud pubblico può essere rischioso perché bisogna adattarsi esclusivamente ai tempi e ai processi del provider specifico. Portando l'ambiente cloud in casa, è invece possibile personalizzare completamente i processi in base alle esigenze aziendali.

    2. Le applicazioni legacy sembrano funzionare sempre più lentamente.

      Quasi tutte le aziende, indipendentemente dalle dimensioni o dal settore, eseguono almeno una (se non più) applicazioni legacy. Sebbene più vecchiotte, esse sono ancora una componente vitale delle operazioni aziendali quotidiane.

      Tuttavia, con l'avanzare del tempo, molte di queste app legacy iniziano a porre problemi di prestazioni scadenti. Se l'azienda è pronta a spostare le applicazioni legacy in una soluzione cloud, il cloud privato è la scelta migliore. I cloud privati sono facilmente personalizzabili per soddisfare le esigenze precise di questi sistemi legacy datati, mentre i cloud pubblici potrebbero richiedere ampie riscritture del codice che non l'azienda non può permettersi.

    3. Le risorse e le informazioni non vengono condivise in modo efficiente da gli utenti.

      Componente importante del networking web-scale è il NetDevOps. Per dirla in termini molto semplici, questa metodologia richiede che i team di rete, sviluppo e operazioni lavorino a stretto contatto e senza soluzione di continuità insieme per ottimizzare l'efficienza organizzativa. Questo tipo di struttura organizzativa garantisce che i dipendenti condividano facilmente dati e risorse. Con una rete cloud privata, è comunque possibile assegnare a ogni utente codici di accesso e autenticazione univoci. I singoli dipendenti possono essere bloccati da intere sezioni della rete, ricevere privilegi di sola lettura per altre e funzionalità di modifica solo per file specifici, se necessario. Inoltre, questi singoli parametri possono essere modificati istantaneamente dal personale IT con il giusto livello di autorità. La maggior parte di queste funzioni è disponibile anche in un cloud pubblico, tuttavia il cloud privato offre maggiore controllo e flessibilità, internamente. La tecnologia e le applicazioni sono altre considerazioni importanti. Molte applicazioni ad alte prestazioni funzionano su server bare metal. Un ambiente aperto e privato ti consente di utilizzare le applicazioni giuste per le tue esigenze aziendali. Ad esempio, le applicazioni big data ad alte prestazioni possono essere eseguite su bare metal, mentre le semplici applicazioni di back-office possono essere eseguite come macchine virtuali (VM).

    4. L'azienda necessità di maggiore capacità di innovazione e scalabilità.

      Un cloud privato web-scale offre il pieno controllo del data center e della rete. Se servono processi specializzati, applicazioni personalizzate o tecnologie all'avanguardia, un ambiente cloud pubblico rappresenta spesso un freno. Con un cloud pubblico, l'azienda è ancorata alla tecnologia e alle applicazioni proprietarie, a processi e aggiornamenti standardizzati e a un team di supporto fuori sede.

    5. La sicurezza e la conformità sono un problema.

      Se la conformità normativa, ad esempio agli standard SOX o HIPPA rappresenta una preoccupazione e l'azienda necessità di possedere fisicamente i dati e fare in modo che vengano trasmessi e archiviati correttamente, allora un cloud privato è il modo migliore (e probabilmente l'unico) per adempiere a tutti gli obblighi. Conferisce il pieno controllo sui meccanismi di sicurezza in atto e tutti i dati sono archiviati internamente.

      Alcune aziende si occupano anche della sovranità dei dati, che prevede che i dati siano localizzati in un paese specifico per motivi legali, di sicurezza o di privacy. Questo è un altro ottimo motivo per assicurarti di conservare i dati in casa dove hai il pieno controllo della privacy, della sicurezza e della posizione fisica.

      Il mondo del cloud computing sta avanzando costantemente a un ritmo rapido, il che significa che le aziende devono tenersi informate sulle ultime tendenze. Che la tua azienda sia tra le prime ad aver scelto l'automazione della rete cloud privata o se sta appena iniziando questo percorso, ecco un breve elenco di tendenze e parole d'ordine di networking tecnico che stanno attirando maggiore attenzione nel 2017.

    DEVOPS E NETDEVOPS

    DevOps significa semplicemente "una combinazione di sviluppo software e operazioni". Invece di affrontare separatamente i due problemi, i professionisti IT stanno ora fondendo le due discipline in un unico concetto. Anziché identificare il team di sviluppo e il team operativo come due gruppi distinti responsabili di attività specifiche, la metodologia DevOps riconosce che i due gruppi sono legati l'uno dall'altro.

    L'attenzione alla collaborazione, alla comunicazione e alla coesione è l'obiettivo principale. Quando questo concetto viene applicato alla rete, in particolare con l'automazione della rete cloud privata, il termine viene ridefinito come NetDevOps. Se implementato correttamente, i professionisti IT possono adattarsi più rapidamente alle modifiche necessarie, automatizzare i processi di rete e il controllo delle modifiche e ridurre o eliminare i colli di bottiglia del provisioning. Il NetDevOps rappresenta un vero cambiamento culturale in un'organizzazione in cui i team di sviluppo e operativi collaborano per lavorare in modo più efficiente e migliorare il time-to-market.

    INFRASTRUTTURA IPERCONVERGENTE (HCI)

    In un'architettura IT tradizionalmente convergente, l'hardware di storage si collega direttamente ai server fisici. L'archiviazione flash è una soluzione comune per la memorizzazione nella cache dall'hardware di storage basato su disco collegato e per l'utilizzo in applicazioni ad alte prestazioni. Con un'infrastruttura iperconvergente, il controller di storage opera su ogni nodo del cluster.

    E, proprio come il cloud pubblico, le soluzioni di cloud privato richiedono standardizzazione avanzata, automazione, virtualizzazione, accesso SaaS e monitoraggio delle risorse. Gli ambienti HCI offrono risorse di storage e calcolo preintegrate per aiutare le imprese a migliorare l'operatività molto più velocemente. Le aziende che eseguono Cumulus Linux, ad esempio, tendono a godere di costi associati inferiori e di un accesso intuitivo agli strumenti Linux convenzionali per automatizzare e gestire la propria rete.

    L'HCI è entrata per la prima volta nel settore delle networking attraverso le grandi imprese web-scale alla ricerca di scalabilità economica e modulare per l'hardware di base. L'HCI combina dispositivi di calcolo e storage e offre ai clienti una soluzione semplice, facile da scalare e standardizzata.

    Per un ottimo esempio di come un cliente NVIDIA ha utilizzato un'infrastruttura iperconvergente in un ambiente cloud privato con Cumulus Linux, dai un'occhiata al nostro caso di studio su Perth Radiology.

    Risorse:

    https://www.hitachivantara.com/en-us/solutions/multicloud-acceleration/hybrid-cloud.html

    http://spearhead.biz/wp-content/uploads/2016/10/top-3-reasons-enterprises-are-moving-to-private-cloud.pdf

Preferisci provare prima di acquistare? Prova NVIDIA Cumulus Linux gratis.