UNO SGUARDO A CAMBRIDGE-1

Dai un'occhiata al supercomputer IA più potente del Regno Unito.

UNO SGUARDO A CAMBRIDGE-1

Esplora lo strumento computazionale per l'assistenza sanitaria IA, con 80 sistemi NVIDIA DGX A100.

UNO SGUARDO A CAMBRIDGE-1

Alimentato al 100% da energia rinnovabile, il supercomputer affronterà i carichi di lavoro più impegnativi di formazione, inferenza e scienza dei dati su larga scala.

UNO SGUARDO A CAMBRIDGE-1

Le migliori aziende, università e startup del Regno Unito utilizzeranno il supercomputer per risolvere le più grandi sfide dell'assistenza sanitaria, dalla genomica alla ricerca farmacologica.

UNO SGUARDO A CAMBRIDGE-1

Dai un'occhiata alle ultime foto che mostrano la build all'avanguardia del supercomputer.

Progettato per risolvere le più importanti
sfide mediche con l'IA

Il primo supercomputer NVIDIA per l'accesso alla ricerca esterna, Cambridge-1 consentirà all'ecosistema sanitario del Regno Unito di attingere a risorse informatiche estremamente potenti per sfruttare appieno le capacità dell'IA.

Cambridge-1 sarà alimentato da 80 sistemi NVIDIA DGX™ A100 e collegato alla rete NVIDIA® Mellanox® InfiniBand, offrendo 400 petaflops di calcolo con IA e 8 petaflops di prestazioni LINPACK. Alimentato da energia completamente rinnovabile, si prevede che si collocherà tra i primi 5 supercomputer verdi al mondo.

Potenziare la ricerca sanitaria con i leader del Regno Unito

Le principali aziende farmaceutiche, le startup tecnologiche e i membri del mondo accademico e della ricerca prevedono di utilizzare Cambridge-1 per una varietà di progetti che amplieranno notevolmente i confini della scienza: migliorare l'assistenza ai pazienti, identificare le cause delle malattie e personalizzare le terapie per i pazienti.

GSK

"L'intelligenza artificiale e il machine learning agiscono come un nuovo microscopio che aiuterà gli scienziati a vedere cose che altrimenti non potrebbero rilevare. L'investimento di NVIDIA nell'informatica, combinato con la potenza del deep learning, consentirà di risolvere alcune delle più grandi sfide del settore delle scienze biologiche e ci aiuterà a continuare a fornire medicinali rivoluzionari e vaccini ai pazienti. Insieme al nuovo laboratorio di intelligenza artificiale di GSK a Londra, sono lieto che queste tecnologie avanzate saranno ora disponibili per aiutare gli straordinari scienziati del Regno Unito".

— Dr. Hal Barron, Chief Scientific Officer and President, R&D, GSK

"L'uso di big data, supercomputing e intelligenza artificiale ha il potenziale per trasformare la ricerca e lo sviluppo, dall'identificazione del target attraverso la ricerca clinica, fino al lancio di nuovi farmaci."

— James Weatherall, PhD, Responsabile di Data Science e IA, AstraZeneca

AstraZeneca
King's College Londra

"I recenti progressi nell'IA hanno consentito l'uso di modelli sempre più potenti in attività complesse come il riconoscimento delle immagini e la comprensione del linguaggio naturale. Questi modelli hanno raggiunto prestazioni precedentemente inimmaginabili, utilizzando una scala senza precedenti di potenza computazionale, accumulando milioni di ore di GPU per modello. Attraverso questa partnership, per la prima volta, una tale scala di potenza computazionale sarà disponibile per la ricerca sanitaria: sarà davvero trasformativa per i percorsi di salute e trattamento dei pazienti".

— Professor Sebastien Ourselin, Direttore della School of Biomedical Engineering & Imaging Sciences del King's College di Londra.

"Se l'intelligenza artificiale deve essere implementata su larga scala per l'assistenza ai pazienti, l'accuratezza, la robustezza e la sicurezza sono di fondamentale importanza. Dobbiamo garantire che i ricercatori di IA abbiano accesso ai set di dati più grandi e completi che il servizio sanitario nazionale ha da offrire, alla nostra competenza clinica e all'infrastruttura computazionale richiesta per dare un senso ai dati. Questo approccio non è solo necessario, ma anche l'unico modo etico per utilizzare l'IA nei servizi sanitari: un'IA più avanzata significa una migliore assistenza ai nostri pazienti".

— Dr. Ian Abbs, Amministratore Delegato e Chief Medical Officer, Guy's and St Thomas' NHS Foundation Trust

Guy's and St Thomas' NHS Foundation Trust
 Oxford Nanopore Technologies

"L'intelligenza artificiale compatta ha permesso il sequenziamento rapido e in tempo reale, mentre i supercomputer IA stanno consentendo nuove scoperte scientifiche in set di dati genomici su larga scala. Queste innovazioni complementari nell'analisi dei dati supportano una vasta gamma di scienza di impatto nel Regno Unito e, criticamente, supportano il nostro obiettivo di portare l'analisi genomica a chiunque, ovunque".

— Gordon Sanghera, CEO, Oxford Nanopore Technologies

"[L'annuncio di NVIDIA] è un momento emozionante per il settore sanitario leader a livello mondiale del Regno Unito e un enorme voto di fiducia per il Regno Unito come centro internazionale per la ricerca, l'IA e l'innovazione. Accelerare la ricerca farmacologica non è mai stato così importante, e sono investimenti come questo che possono fare davvero la differenza nella nostra lotta contro innumerevoli malattie. Ci tengo alla tecnologia perché ci tengo alle persone, e il nuovo supercomputer di NVIDIA aiuterà le menti migliori e più brillanti del Regno Unito a intraprendere ricerche che salveranno vite umane".

— Matt Hancock, Segretario di Stato per la sanità e l'assistenza sociale, Regno Unito

Notizie su Cambridge-1

Seguici su Twitter per le ultime notizie.

Ascolta Marc Hamilton di NVIDIA sulla costruzione di Cambridge-1

Costruire durante una pandemia

Ascolta Marc Hamilton di NVIDIA sulla costruzione di Cambridge-1 durante una pandemia.

NVIDIA sta costruendo il supercomputer più potente del Regno Unito

Annunciamo Cambridge-1

Scopri come NVIDIA sta costruendo il supercomputer più potente del Regno Unito.

Iscriviti alle ultime notizie sanitarie NVIDIA, inclusi gli aggiornamenti su Cambridge-1.